La cabina elettrica: quando occorre, conformità catastale, a norma di legge, mt/bt, ammortamento
13 Marzo 2019
Impianti per il trattamento di reflui industriali: cosa sono e a cosa servono.
17 Aprile 2019

Impianti antincendio: sono davvero fondamentali per la sicurezza delle aziende?

Discutere di impianti antincendio non significa solo trattare di estintori o sistemi estinguenti. Sicurezza antincendio vuol dire anche creare le condizioni idonee alla protezione. Ecco perché la commissione Protezione Attiva contro gli Incendi ha da poco realizzato la norma UNI 11292.

Partiamo col dire che “per impianto antincendio si intende l’insieme degli elementi tecnici del sistema edilizio aventi funzione di prevenire, eliminare, limitare o segnalare incendi“.

Si distinguono in impianti di segnalazione e estinzione. I primi, servendosi di sensori, rilevano la presenza di fonti di calore. I secondi comprendono idranti, lance ed estintori. Talvolta può essere inserita una rete idraulica in pressione governato dal sistema di rilevazione incendio e munita di ugelli di diffusione (rete sprinklers); laddove l’uso di liquidi o schiume potrebbero danneggiare le apparecchiature, si utilizzano sistemi di spegnimento automatico a gas halon.

L’obbligatorietà di un impianto antincendio dipende dalle caratteristiche dell’edificio e della funzione d’uso.

È obbligatorio per un edificio per abitazione di almeno 24 metri e deve essere realizzato con: rete di adduzione idrica in ferro zincato; bocche d’incendio in cassetta di contenimento con idrante incorporato e relativo corredo (manichette antincendio flessibili e lance idriche); gruppi di attacco per gli automezzi dei Vigili del Fuoco.

Nel caso di edifici industriali, magazzini, depositi, autorimesse, officine, nonché di cinema, teatri e altri luoghi ad elevato affollamento vengono installati impianti automatici di spegnimento.

Ogni impianto è dotato di una vasca che, accumulando, acqua ha lo scopo di funzionare come riserva in caso di incendio.

Gecab è specializata anche nella realizzazione di vasche antincendio prefabbricate in cemento armato. Tutte le vasche e impianti sono certificati UNI EN 12845  UNI EN 11192 UNI EN 10779 e sono usate per l’alimentazione idrica degli impianti antincendio. Una vasca antincendio può essere corredata di cabina vano tecnico integrato o separato a seconda delle esigenze. Il gruppo antincendio si compone di una o più vasche prefabbricate con relativo gruppo pompe di pressurizzazione, corredato di riserva idrica e locale tecnico.

Essa ha un costo inferiore e una maggiore velocità di installazione perché tutte le parti idrauliche, elettriche e meccaniche vengono assemblate in fabbrica.

In tal caso parleremo di impianti antincendio prefabbricati.

La scelta corretta, nel rispetto di leggi e norme tecniche, è quella di avere un locale pompe esterno (con pompe centrifughe orizzontali) posto accanto alla riserva idrica oppure si può scegliere di interrare la vasca e di mantenere esterno il locale utilizzando le vertical turbine pumps.